MLRS: l'interno del vano equipaggio - pag. 1

IL SISTEMA DI CONTROLLO DEL FUOCO (FCS)

L'MLRS è dotato di un sistema fortemente automatizzato di comando, controllo e comunicazione (C3) che gli consente di scambiare i dati necessari al tiro con i centri comando e con gli altri lanciatori presenti sul campo di battaglia. Cuore del sistema di tiro Fire Control System (FCS) è il Fire Control Panel (FCP) situato nel compartimento dell'equipaggio e comandato dal cannoniere. Compito dell'FCS è quello di provvedere al controllo da parte del cannoniere dell'intera sequenza di lancio dei razzi e di provvedere all'acquisizione ed all'elaborazione dei dati di tiro provenienti dal sistema di comunicazione con i centri di comando. L'FCS consente la memorizzazione di tre missioni diverse e consente di regolare il fuoco su più punti all'interno di un quadrato di mille metri di lato intorno al bersaglio principale. In particolare un lanciatore è in grado di individuare fino a 12 sottoaree circolari di 100 metri di raggio in ognuna delle quali 322 submunizioni delle 644 sparate sono destinate ad impattare. Coordinando il fuoco di più lanciatori è possibile aumentare il numero di sottobersagli all'interno di un quadrato ingrandito fino a duemila metri di lato.

L'FCP è diviso sostanzialmente in tre aree:

a065.jpg (57687 byte)

- quella a sinistra include l'interruttore principale (in basso) e gli interruttori per regolare la luminosità del pannello principale di controllo ed il livello sonoro dei segnali d'allarme.
- la centrale comprende uno schermo ove compaiono i dati di tiro e al di sotto una tastiera. Essa presenta a destra il gruppo di tasti che comandano l'avvio della sequenza automatica di lancio, il riallineamento della piattaforma inerziale e l'avvio della sequenza di messa in batteria del lanciatore. A sinistra sono invece presenti altri pulsanti di controllo di eventuali malfunzionamenti del sistema.
- l'ultima a destra comprende tre interruttori coperti da altrettante protezioni rosse. Quello centrale comanda l'armamento dei razzi mentre quello in alto è il pulsante di sparo.

a064.jpg (49105 byte)

Le rimanenti componenti del FCS sono:

- unità di controllo elettronica EU (Electronic Unit) che contiene il programma di tiro e di analisi dei dati ricevuti. I file del programma di tiro sono contenuto nella memoria ROM del computer e, al momento del lancio, parte di essi viene copiata nella memoria RAM per l'uso. Il numero e tipo di file copiati dipende dal tipo di munizione caricata che viene automaticamente riconosciuta dal sistema tramite una serie di codici applicata sui container delle munizioni;
- unità di caricamento programma di tiro (Program Load Unit, PLU), accessibile al cannoniere ed in grado di trasferire al computer i file necessari al lancio qualora la EU non riconosca automaticamente il tipo di munizionamento presente sul lanciatore;
- unità di controllo del fuoco (Fire Control Unit, FCU) contenente i circuiti elettronici che regolano le comunicazioni tra la EU e le altre componenti del lanciatore e viceversa.
- controllo delle gru di carico (Boom Controller, BC) che regola le operazioni delle due gru addette al caricamento/scaricamento dei container delle munizioni sul lanciatore;
- controllo circuiti elettrici (Short/No-Voltage Tester, SNVT) utilizzare per testare l'efficienza del cavo di messa a terra FCS-W19 durante le manovre di caricamento/scaricamento dei container delle munizioni;
- sistema di stabilizzazione inerziale (Stabilization Reference Package/Position Determing System SRP/PDS) che stabilisce sia il brandeggio che l'alzo rispetto al nord geografico ed al piano orizzontale. Il sistema richiede però un aggiornamento del dato geografico su di un punto certo ogni 24 km di percorrenza pena la perdita di precisione dell'elaborazione dei dati di tiro. E' inoltre necessario procedere alle operazioni di riallineamento (durata tre minuti con lanciatore fermo) ogni volta che il computer di tiro lo richiede.
- modulo di interfaccia con il munizionamento (Payload Interface Module, PIM) che provvede alle comunicazioni tra i conteiner delle munizioni e l'EU;
- processore per telecomunicazioni (CoMmunications Processor, CMP) avente funzione di filtro sulle comunicazioni dai centri comandi al lanciatore;
- unità di caricamento programma di tiro (Program Load Unit) basata su di un'unità a terra collegata al lanciatore tramite la speciale interfaccia W31P2. Essa è in grado di riprogrammare sul campo i dati preinstallati sul munizionamento del lanciatore mediante l'uso di alcune cassette con capacità di 4 MB ciascuna. Il tempo di riprogrammazione di un lanciatore MLRS è di circa 25 minuti.

Lo stato di prontezza del singolo lanciatore dipende sostanzialmente dalle condizioni di preparazione del proprio sistema elettronico indipendentemente dalla posizione ove sono state disposte le munizioni che possono anche non essere a bordo. Si distinguono tre casi: immediato (hot), allerta (cool) e differito (cold) aventi le seguenti caratteristiche

STATO POSIZIONE TEMPO DI REAZIONE NOTE
TATTICO TECNICO
IMMEDIATO
(HOT)

Il lanciarazzi è pronto ad eseguire l'ordine d'intervento del comando

OPERATIVO PLA IMMEDIATO PRONTO AL FUOCO
PLA 2 MINUTI IN ATTESA ORDINE DI TIRO
POC DA 3A 6 MINUTI
OPERATIVO IN MOVI-
MENTO
IN MOVIMENTO DA PRI A PLA/POC DA 6 A 8 MINUTI MUNIZIONAMENTO A BORDO
IN MOVIMENTO DA PLA A PRI DA 15 A 35 MINUTI SENZA MUNIZIONAMENTO A BORDO
PLA: posizione di lancio POC: posizione di occultamento PRI: posizione di ricaricamento

 

STATO POSIZIONE TEMPO DI REAZIONE
TATTICO TECNICO
ALLERTA
(COOL)

Il lanciarazzi deve allineare il proprio sistema SRP/PDS

SISTEMA EFFICIENTE POC DA 12 A 20 MINUTI
POSTO COMANDO DI SEZIONE MINUMO 30 MINUTI

POC: posizione di occultamento

 

STATO POSIZIONE TEMPO DI REAZIONE NOTE
TATTICO TECNICO
DIFFERITO
(COLD)

Il lanciarazzi non è in grado di eseguire la missione

OPERATIVO NON DEFINITA MAGGIORE DI 30 MINUTI MANUTENZIONE, RIFORNIMENTO, RIPOSO EQUIPAGGIIO
NON OPERATIVO NON DEFINITA NON DEFINITO ATTIVITA' DI MANTENIMENTO

NOTA: le presenti tabelle sono ricavate dal manuale FM 6-60 Tactics, Techniques, and Procedures for MULTIPLE LAUNCH ROCKET SYSTEM (MLRS) OPERATIONS.

070.jpg (47693 byte)

In queste immagini viene presentato l'interno del compartimento dell'equipaggio dell'MLRS. Nelle prime di esse è proposta una vista generale del compartimento mentre in quelle seguenti verranno presi in esame i suoi singoli particolari. Queste foto provengono quasi interamente dall'archivio di Alberto che le ha gentilmente messe a disposizione per i lettori di "Ferrea Mole". Le rimanenti vengono dall'archivio del webmaster. I due veicoli illustrati differiscono sostanzialmente per gli apparati radio installati a bordo: il semovente fotografato da Alberto in un periodo abbastanza vicino all'ingresso in servizio dell'MLRS con l'Esercito Italiano, è dotato delle vecchie radio RV3 mentre l'altro monta le nuove radio digitali aventi prestazioni analoghe alle americane AN/VRC-92A SINCGARS (SINgleChannel Ground and Airborne Radio System) in grado di inviare messaggi crittografati (COMmunications SECurity, COMSEC).

La cabina che ospita l'equipaggio è costituita da lastre in alluminio che garantiscono all'equipaggio una sufficiente protezione verso le armi di piccolo calibro. L'equipaggio è costituito da tre uomini (pilota, cannoniere e comandante del veicolo), seduti uno a fianco dell'altro. Il pilota siede a sinistra, il cannoniere al centro ed il comandante a destra.

071.jpg (44576 byte)

 

072.jpg (44552 byte)

077.jpg (45647 byte)

Vista del pannello posteriore del compartimento di guida dell'MLRS. Nella foto a destra si nota, sul cielo della cabina, la scatola dei comandi del ventilatore interno e le due plafoniere dotate di illuminazione commutabile in luce bianca/rossa per le operazioni in ambiente oscurato. Nell'immagine a sinistra si nota la disposizione dei sedili dell'equipaggio all'interno della cabina.

 

a059.jpg (48927 byte)

Un'altra foto del pannello posteriore. Questo veicolo è dotato del vecchio complesso radio RV3.

 

a060.jpg (48795 byte)

a062.jpg (49151 byte)

In queste immagini sono chiaramente visibili i condotti di colore rosso appartenenti al sistema di riscaldamento della cabina ed aventi scarichi dell'aria calda diretti sia verso il parabrezza per il suo sbrinamento che verso il pavimento della cabina. Tra essi è posta la scatola delle derivazioni dell'impianto elettrico di bordo. Subito sotto il parabrezza e davanti al sedile del comandante è posto un alloggiamento per un binocolo. Si noti l'alloggiamento per il sistema di decontaminazione portatile.
Il ripiano posto sulla maniglia davanti al sedile del comandante non fa parte della dotazione standard del lanciarazzi.

a061.jpg (41577 byte) a063.jpg (54665 byte)

 

a066.jpg (39394 byte)

La parte interna della cabina sul lato del comandante.

 

a067.jpg (48183 byte)

Tre immagini del pannello di controllo e dei comandi a disposizione del pilota. Sul pannello comandi si notano il contachilometri (montato centralmente) e più a destra il tipico interruttore principale a tre vie per il controllo dell'avviamento del veicolo. Posta tra il pannello strumenti e l'FCP è la leva che comanda il blocco delle sospensioni quando il lanciarazzi si trova in posizione di fuoco. Dietro il pannello sono posti i sui connettori elettrici principali ed i condotti per il riscaldamento. In basso si intravede la bombola rossa del sistema ad halon per lo spegnimento degli incendi nel compartimento motore mentre sul lato opposto è visibile l'estintore portatile a disposizione dell'equipaggio. L'MLRS, essendo dotato di trasmissione automatica, possiede solo i pedali del freno e dell'acceleratore.

a068.jpg (47282 byte)
a069.jpg (47592 byte)

 

a071.jpg (51213 byte)

La consolle centrale ospita la leva del cambio automatico oltre ad altri controlli secondari. Il piccolo pannello nero posto davanti ad essa contiene invece i comandi dell'avvisatore acustico l'interruttore per il test degli indicatori luminosi, l'interruttore per l'avviamento a freddo, quello per gli indicatori di direzione ed il commando per l'arresto del motore.

 

a070.jpg (47176 byte)

Sotto il sedile del pilota è posto il filtro del sistema NBC mentre il prefiltro è situato sotto il sedile del comandante.