oro.gif (14941 byte)

Tenente Colonnello Carrista
ZAPPALA' SALVATORE

 

ALLA MEMORIA

 

Figura fulgidissima di eroe che in tutte le guerre dal 1915 in poi ha dato continue prove prove di valore divenendo poi con la specialitą carrista un esempio ed un simbolo. In terra d'Africa, comandante di battaglione carri M 13, ricevuto ordine di attaccare una formazione corazzata avversaria operante sul fianco sinistro dello scaglione avanzato divisionale, nonostante l'inferiorą tecnica e numerica dei suoi carri con meditata, disperata audacia, conscio del supremo sacrificio cui andava incontro per proteggere la colonna, impegnava, a distanza ravvicinata la formazione nemica, riuscendo a trattenerla e dando in tal modo possibilitą alla divisione di proseguire la marcia. Impavido, sotto l'implacabile fuoco delle artiglierie nemiche, sebbene gravemente ferito, persisteva eroicamente nell'impari lotta, fino a che, colpito a morte, cadeva sul campo fra il rogo di ben undici dei suoi carri.
El Dabą - Egitto (A.S.) 30 giugno 1942

 

LE ALTRE DECORAZIONI DEL TEN. COL. CR. SALVATORE ZAPPALA'

 

MEDAGLIA D' ARGENTO AL V.M.

argento_vm.gif (15287 byte)

Tenente Colonnello - 31° Reggimento Fanteria Carristi

Comandante di battaglione carri d' assalto, guidava pił volte i suoi reparti contro formazioni nemiche, infliggendo loro gravissime perdite. In successiva azione offensiva per la rottura della fronte nemica, vista la prima ondata di carri infrangersi contro il potente schieramento avversario, riusciva sotto il potente fuoco dell' artiglieria e delle armi anticarro nemiche, col suo personale intervento, a guidare i carri della seconda ondata e, lanciandosi alla testa di essi nel profondo dello schieramento avversario, contribuiva validamente alla riuscita dell' azione.

Settore nord scutarino, 15 aprile 1941

 

MEDAGLIA DI BRONZO AL V.M.

bronzo_vm.gif (14655 byte)

Maggiore - Raggruppamento Carristi

Audace Comandante di Battaglione carri d' assalto, in ogni circostanza conduceva il reparto con ardimento e sprezzo del pericolo. Precedendo notevolmente le fanterie, irrompeva di sorpresa in un abitato fortemente presidiato, scardinandone la difesa e catturando numerosi prigionieri e ingente materiale bellico che, in quel momento, su autocarri, giungeva nel paese per rinforzare la organizzazione difensiva in atto. Con la sua audace e decisiva azione facilitava l' avanzata della divisione retrostante.

Hostalrich, 1 febbraio 1939

 

CROCE AL VALOR MILITARE

croce_vm.gif (7713 byte)

Tenente Colonnello - 31° Rgt. F. Carrista

Comandante di battaglione carri, durante vari giorni di aspra lotta, manteneva saldamente le posizioni audacemente raggiunte infrangendo reiterati tentativi nemici di riconquistarla. Nei successivi ripiegamenti, sempre ultimo, si prodigava generosamente a favore delle altre armi.

Valle Kalamas - Valle Kormos - Lago Zarovina - Bivio Delvinaki - Arinista - Borgo Tellini - Piana di Giorgiucat - Valle del Drino (Fronte Greco), 2 novembre - 8 dicembre 1940

 

CROCE AL VALOR MILITARE

croce_vm.gif (7713 byte)

Maggiore - Raggruppamento Carristi

Comandante di battaglione carri, durante la battaglia di rottura alla testa di ponte di Toledo, dava prova di coraggio e sprezzo del pericolo. Nelle successive puntate offensive cooperava, con gli altri reparti del nucleo a catturare numerosi prigionieri.

Toledo - Taracon, 27-30 marzo 1939

 

CROCE AL VALOR MILITARE

croce_vm.gif (7713 byte)

Primo Capitano - Battaglione Carri d'Assalto

Comandante di Compagnia carri d'assalto, volontariamente si offriva per compiere ardite incursioni, assolvendo numerosi e difficili compiti, sempre con gli sportelli del suo carro aperti, per meglio osservare e in terreno insidiato dai ribelli. Esempio di tenacia, sprezzo del pericolo ed alto sentimento del dovere.

Lago Sciala, 8 febbraio 1937

_indietro.gif (6973 byte)