oro.gif (14941 byte)

Sergente Magg. Carrista
SAROTTI ROSOLINO GIOVANNI BATTISTA

 

ALLA MEMORIA

 

Capo squadra di un carro d’assalto, in aspro combattimento si distingueva per ardimento e valore personale. Avuto il proprio carro immobilizzato nel generoso tentativo di trarne un altro in salvamento, si rifiutava di abbandonarlo difendendosi animosamente in una lotta impari contro masse urlanti ed inferocite. Immolava eroicamente la propria esistenza emergendo dal carro in disperata difesa ed al grido: Viva l’Italia accoglieva la scarica in petto che lo fulminava.
Hamanlei, 11 novembre 1935.

 

_indietro.gif (6973 byte)