Bergeleopard - pag.2

LA VERSIONE POTENZIATA PER L'ASSISTENZA AL CARRO "ARIETE"

L'ingresso in servizio nell'Esercito Tedesco del carro antiareo Gepard pose non pochi problemi alla Forza Armata per ciò che riguardava la componente di soccorso e questo perché la torretta del nuovo veicolo aveva un peso superiore a quello previsto al momento della progettazione del Bergeleopard. In particolare risultava impossibile sollevare la torretta senza rischiare di compromettere la stabilità laterale del veicolo soccorso. D'altra parte, rimanendo nei limiti di sicurezza imposti dal progetto, non sarebbe stato possibile raggiungere altezze tali da permettere la corretta movimentazione del componente. La soluzione venne trovata installando un supporto telescopico ad azionamento idraulico con funzione di stabilizzatore laterale. In questo modo le capacità della gru poterono  essere incrementate di qual tanto da rendere possibile il sollevamento anche dei componenti più pesanti. Questa versione modificata del carro (denominata Bergepanzer 2A2, essendo la denominazione Bergepanzer 2A1 già assegnata alla versione pioniere), ormai da tempo in servizio nell'Esercito tedesco, è stata adottata anche dall'Esercito Italiano che ha riscontrato simili problemi al momento dell'ingresso in servizio del nuovo carro Ariete.Ciò fino a quando non si renderà disponibile una versione soccorso del carro italiano il cui studio sembra essere già stato commissionato alla Ditta OTO-Breda costruttrice del carro.

012.jpg (44528 byte) 013.jpg (42826 byte)

014.jpg (53671 byte)

015.jpg (57869 byte)

016.jpg (62747 byte)

a06.jpg (53656 byte)

 

Tre immagini del supporto telescopico in posizione di riposo. In caso di utilizzo esso viene rovesciato ed allungato fino ad appoggiarsi ad una piastra in acciaio che solitamente viene trasportata sul fianco sinistro del veicolo. Si noti a sinistra del fanale la scatola circolare che contiene le connessioni per l'alimentazione idraulica del pistone (aperta nell'immagine a destra). Le corripondenti connessioni sono presenti alla base del pistone e vengono collegate tramite tubi con innesti rapidi.

018.jpg (46154 byte)

017.jpg (35887 byte)

a18.jpg (47427 byte)

 

Due immagini della citata piastra d'appoggio. Il suo posizionamento ha determinato la completa revisione della disposizione delle attrezzature disposte sulla fiancata del carro.

piastra01.jpg (49400 byte)

piastra02.jpg (49917 byte)

 

La targhetta posta sul lato destro del gancio di traino posteriore indicante lo stabilimento che ha eseguito i lavori per il potenziamento del carro recupero

piastra03.jpg (39322 byte)

 

Un'altra differenza sostanziale tra il Bergepanzer 2 ed il 2A1 è la presenza alla base dei bracci del vomere anteriore di due attacchi per il blocco meccanico del vomere in posizione di lavoro. Su bracci sono presenti degli occhielli che si inseriscono negli attacchi e vengono bloccati da dei perni. tale accorgimento serve ad evitare che in caso di rottura sotto sforzo del dispositivio idraulico di sollevamento, il vomere possa cedere di colpo.

a07.jpg (46969 byte) 58.jpg (74738 byte)

59.jpg (49168 byte)

 

IL VOMERE ANTERIORE

Sulla parte frontale del Bergeleopard è fissato un vomere tramite due bracci leva. Il pilota è in grado di sollevare od abbassare il vomere mediante due cilindri idraulici fissati direttamente ai bracci. Il vomere può essere utilizzato per le seguenti operazioni:
- sbancamento continuato sino ad otto ore consecutive di lavoro;
- appoggio al terreno durante le operazioni di sollevamento di grossi carichi con la gru laterale;
- ancoraggio al terreno del carro durante le operazioni con il verricello anteriore principale.
Quando non in uso il vomere viene bloccato meccanicamente in posizione rialzata. Il sistema idraulico di movimento è dotato di dieci valvole di sovrapressione che impediscono, durante le operazioni di sbancamento o di traino con verricello, eventuali danni al sistema dovuti ad improvvisi colpi sulla lama anteriore. naturalmente è presente un dispositivo di emergenza che consente in caso di avaria il sollevamento manuale del vomere fino alla posizione di riposo.

020.jpg (36659 byte)

022.jpg (52140 byte)

021.jpg (48487 byte)

a13.jpg (51306 byte)

a15.jpg (50943 byte)

a14.jpg (52209 byte)

a16.jpg (45952 byte)

vomere.jpg (36504 byte)

 

IL VERRICELLO ANTERIORE

Il verricello principale con tamburo avvolgicavo ad asse verticale è fissato al centro del veicolo sotto la piattaforma di fondo del compartimento equipaggio. Il tamburo prende il moto da due motori idraulici attraverso un cambio a due velocità, una coppia conica, un riduttore di velocità e due pignoni che ingranano sulla corona dentata del tamburo. Il moto diretto ai due pignoni passa attraverso due barre di torsione aventi la funzione di distribuire regolarmente il moto e proteggere tutto il meccanismo da urti accidentali. Il cambio di velocità può essere azionato solo a verricello fermo, mediante un'opportuna scelta della marcia e del regime del motore è possibile variare la velocità di avvolgimento del cavo. Viceversa il suo svolgimento è possibile solo con il cambio in seconda marcia. In caso di sovraccarico entra in azione una valvola di sicurezza che fa defluire l'olio arrestando di conseguenza il moto del tamburo, all'alleggerimento del carico il verricello ritorna immediatamente funzionante senza alcun intervento da parte dell'equipaggio. Dopo il completo svolgimento del cavo, lungo 90 ml., restano sempre avvolte nel tamburo tre spire, onde assicurare una pronta presa alla forza di trazione. Sul tamburo è montato anche un freno a disco di sicurezza che impedisce la caduta improvvisa del carico a motore fermo con conseguenti pericolosissimi rilasci del cavo. L'uscita anteriore del cavo del verricello è protetta da un portello blindato che, al momento dell'uso, viene alzato manualmente e fatto scorrere lateralmente. Subito dietro l'apertura del cavo è presente un dispositivo a rulli tendicavo avente il compito di evitare torsioni ed aggrovigliamenti del cavo durante le operazioni di svolgimento/avvolgimento.

a01.jpg (52384 byte)

ver01.jpg (31132 byte)

ver02.jpg (33566 byte)

Due immagini schematiche tratte dal manuale del carro che consentono di apprezzare la disposizione dei vari componenti durante le operazioni di trazione con cavo singolo (a sinistra) e con cavo doppio.