LEOPARD 1A2 - pag.2

Img0069.jpg (58032 byte)

Si noti la differente forma tra la ruota di rinvio e quelle del treno di rotolamento. La ruota di rinvio dotata di un dispositivo per regolare la tensione del cingolo. I piccoli rulli reggicingolo sono alternativamente montati all'esterno ed all'interno del cingolo.

Img0070.jpg (41807 byte)

Particolare di uno dei rulli reggicingolo. Il cingolo del Leopard dotato di perni guidacingolo a due denti smontabili singolarmente. La maglia in acciaio e monta, sulla parte a contatto con il terreno, dei pattini in gomma (due per maglia) anch'essi smontabili singolarmente e sostituibili con dei ramponi antighiaccio. Questi ramponi vengono normalmente trasportati su degli appositi supporti fissati alla piastra anteriore del carro.

Img0071.jpg (56652 byte)

Il contenitore rotondo a destra contiene il telefono con il quale la fanteria pu comunicare con l'interno del carro. Subito sopra ad esso sono i due attacchi supplementari per il supporto del cannone. Infatti il manuale prevede che, in caso di trasporto ferroviario, il cannone sia disposto trasversalmente.Notare il particolare distintivo dipinto sul contenitore posteriore del proiettore a luce bianca/IR, esso ricorda le gloriose gesta in Africa durante la seconda guerra mondiale. Essa un segnale per la regolazione delle distanze durante le marce notturne con luci oscurate. La croce viene illuminata da una lampada montata al centro di essa.

Img0072.jpg (52084 byte)

Particolare ravvicinato della parte posteriore. Si notino, oltre ai dispositivi predetti, le dotazioni del veicolo per la riparazione dei cingoli sul campo.

Img0073.jpg (54236 byte)

La rizza di blocco del cannone, qui in posizione sollevata ed aperta. A lato la manovella articolabile con dispositivo di serraggio a vite utilizzata per fissare la parte superiore mobile dopo posizionamento della bocca da fuoco.

Img0074.jpg (62602 byte)

Particolare posteriore degli scarichi del motore, dei cavi di traino, della fanaleria e dei parafanghi in gomma.

Img0075.jpg (47124 byte)

Img0076.jpg (55725 byte)

Img0077.jpg (53582 byte)

La fanaleria anteriore. Accanto al fanale lato guida si nota, in basso, il clacson e la presa di corrente in standard NATO a 24 Volt per l'alimentazione dell'impianto elettrico in condizioni di emergenza. Si notino inoltre i ramponi antighiaccio da montare sui cingoli e, sulla foto a destra, i loro supporti. I due tappi in gomma servono, presumibilmente, a proteggere le connessioni elettriche dei fari quando questi vengono smontati per proteggerli da danneggiamenti. I carristi sulla sfondo indossano il tipico giubbotto nero che costituisce da sempre il capo di vestiario tradizionale delle truppe corazzate italiane.

Img0078.jpg (48692 byte)

I Leopard italiani sono dotati su entrambi i lati di luci di posizione e di specchi retrovisori. Si notino le predisposizioni per l'aggancio delle protezioni laterali del treno di rotolamento e due dei tre iposcopi del pilota. L'iposcopio centrale pu essere sostituito, durante la guida con luci oscurate, da un visore a raggi infrarossi.

Img0079.jpg (57205 byte)

Sistemazione delle dotazioni sul lato destro del carro.

Img0080.jpg (53189 byte)

Una sbirciatina al posto di guida. Si noti la protezione del collegamento elettrico della luce di posizione allo scafo.

Img0081.jpg (57781 byte)

La griglia posteriore per l'adduzione dell'aria di raffreddamento del motore. Si noti che, a differenza di quanto proposto nei modellini del carro, dall'esterno non si vede la ventola.
Img0082.jpg (51436 byte) Particolare del cofano motore. La griglia posta esattamente sopra la testata dei cilindri. A lato uno dei due portelli per l'accesso al tappo di uno dei serbatoi di carburante.
Img0083.jpg (51492 byte) Alcuni carri sono dotati delle strisce di velcro per il montaggio del sistema laser di simulazione del tiro MILES.
Img0086.jpg (53295 byte) Alcuni Reggimenti hanno dipinto l'emblema dell'Ariete sulle coperture del telemetro trasversale.